Fondato negli anni ‘80 dall’Avv. Andrea Falco, lo Studio Legale dell’Avvocato  Andrea Falco e dell’Avvocato Luca Falco opera a Treviglio (BG) e fornisce consulenza e assistenza legale, giudiziale e stragiudiziale nei diversi settori del diritto . In particolare, lo studio è specializzato in:

  • diritto della persona (risarcimento danni),
  • diritto dell`edilizia (contratti di compravendita di immobili),
  • diritto di famiglia (separazioni, divorzi , successioni, riconoscimenti   di paternità),
  • diritto del condominio,
  • diritto civile e commerciale (consulenza e assistenza per contratti, recupero crediti, locazioni),
  • diritto del lavoro

Lo Studio Legale opera prevalentemente nei Tribunali di Bergamo, Milano, Brescia, Monza, Lodi, (Tribunali ordinari, Tribunali dei minori) e nei rispettivi distretti delle Corti di Appello e presso la Suprema Corte di Cassazione in Roma, ed è in grado di fornire assistenza legale su tutto il territorio nazionale, avendo instaurato, nel corso degli anni, una fattiva collaborazione professionale con Avvocati e Studi Legali Associati ubicati in tutta Italia; lo Studio svolge anche attività di domiciliazione e sostituzione processuale.
Lo Studio deve la sua fama all'esperienza che in questi trent’anni ha raccolto soprattutto nel campo del Diritto Civile e del  Diritto Penale.

Avvocato Treviglio Studio legale Treviglio Bergamo Avvocati Treviglio Bergamo

Le nostre sentenze

Tribunale di Bergamo - Sentenza n. 3086/2015 del 29 dicembre 2015, RG N.6487/2010.

Contratto di compravendita di immobile da costruire. Difformità delle opere edili pattuite per inadempienza del costruttore-venditore. Recesso del contratto da parte dell'acquirente. Condanna del costruttore-venditore a restituire all'acquirente il doppio della caparra confirmatoria ricevuta.

Corte d'Appello di Brescia - Sentenza n. 445/2016.

La rinunzia all'eredità ha efficacia retroattiva e risale al giorno della morte del defunto: chi rinuncia all'eredità è considerato come se non vi fosse mai stato chiamato e non risponde dei debiti del defunto. 

Tribunale di Bergamo - Sez. Penale - Sentenza n.204/2017 del 26.01.2017
La vendita di un appartamento, mediante contratto preliminare la cui planimetria non coincide con la scheda catastale allegata al successivo rogito e che rappresenta lo stato di fatto dell'immobile in seguito alle modifiche apportate al sottotetto, non costituisce il delitto di truffa, allorquando il venditore sia il proprietario di fatto del sottotetto-soffitta che risulta inaccessibile per gli altri condomini i quali non ne possono fruire neanche potenzialmente. Il proprietario dell'ultimo piano è proprietario anche della soffitta compresa nel sottotetto e può modificarla in terrazzo e ripostiglio, allorquando sia l'unico che materialmente possa accedere al sottotetto-soffitta, a condizione che mantenga la funzione di intercapedine del preesistente sottotetto mediante la costruzione di opere adeguate come la piastrellatura del pavimento del nuovo terrazzo. 

Corte di Cassazione - Sentenza n. 11504 del 10 maggio 2017.
Trib. di Milano, IX sezione.
L'ex coniuge che guadagna più di mille euro al mese non ha diritto all'assegno di mantenimento.

La Corte di Cassazione ha cancellato il concetto di tenore di vita nelle cause di divorzio, l'assegno di mantenimento viene dato solo se l'ex coniuge non ha i mezzi sufficienti per poter vivere.

Sulla base di questa sentenza, il Tribunale di Milano, IX Sezione, ha stabilito che l'indipendenza economica di una persona, ovvero la sua autosufficienza, è al di sopra dei mille euro mensili; per cui se l'ex coniuge guadagna o ha una rendita di più di mille euro, non ha diritto all'assegno di mantenimento. La nuova norma è applicabile alle cause di divorzio attualmente in corso.